lo shiatsu ed il mal di schiena

ALBIERO LUCIANO

Uno dei motivi per cui di solito ci si avvicina allo shiatsu è perchè si soffre di mal di schiena.
Anche se è riduttivo pensare allo shiatsu semplicemente come un rimedio 'pronto' per la lombalgia,
è certamente molto efficace. Più efficace di altre tecniche. Una delle applicazioni dello shiatsu,
la cui efficacia è stata dimostrata da studi precedenti, è rappresentata dal trattamento delle patologie
 articolari, in particolare la lombalgia, cioè il dolore alla parte bassa della colonna vertebrale.

La percentuale delle persone che soffrono di mal di schiena nel mondo occidentale è impressionante:
 secondo l'organizzazione mondiale della sanità si tratta di circa l'ottanta per cento degli adulti.
Circa quindici milioni di italiani soffrono di mal di schiena in modo più o meno grave e quasi sempre
 lo affrontano attraverso l'assunzione di antidolorifici o con un intervento chirurgico invece che con
 una attività di prevenzione o con metodi naturali.
Statisticamente, il mal di schiena è la prima causa di assenteismo dal lavoro e la seconda di invalidità
 permanente. Tra le cause muscoli dell'addome deboli, postura scorretta adottata dalla maggior parte
 delle persone, vita sedentaria, sforzi sul lavoro, pratica dello sport effettuata in maniera sbagliata.



 

Shiatsu o fisioterapia?

Uno studio condotto presso una clinica ortopedica di Taiwan e pubblicata sulla versione online
del British Medical Journal, si è occupato di comparare l’efficacia della terapia shiatsu rispetto alla
 fisioterapia, nel miglioramento del mal di schiena in termini di disabilità e dolore percepito.
Nel trial sono stati coinvolti circa 130 soggetti tra i 18 e gli 81 anni ai quali, in assenza di patologie
 organiche, disturbi psichiatrici, tumore o dolore acuto severo, è stata diagnosticata lombalgia cronica.
 Tutti i partecipanti allo studio hanno compilato un questionario, in base al quale è stato attribuito un
 punteggio per stabilire il grado di disabilità, definito minimo se l’indice era compreso tra 0 e 12 e
 significativo per valori tra 13 e 24. Dopodiché i pazienti sono stati divisi nei due gruppi di trattamento
 che comprendevano sei sedute, nell’arco di un mese, di shiatsu o di fisioterapia.
Al termine del trattamento, e dopo 6 mesi, è stato nuovamente verificato il grado di disabilità.

 

 

 

Meno dolore con il trattamento shiatsu

Al termine del trattamento il gruppo dello shiatsu riportava un indice di disabilità significativamente
 inferiore rispetto al gruppo della fisioterapia, in particolare il trattamento shiatsu conferiva una
 riduzione della disabilità dell’89% maggiore rispetto alla terapia tradizionale
.

È stata registrata una netta diminuzione del dolore a schiena e gambe e dell’interferenza del dolore
 con le normali attività quotidiane, inoltre è migliorata la qualità della vita in coloro che si sono
 sottoposti a digitopressione. Dopo il follow-up a sei mesi i risultati sono stati pressoché gli stessi,
a prova che gli effetti benefici del trattamento non sono solo a breve termine, ma si prolungano nel
 tempo. Nonostante gli autori stessi ammettano l’esistenza di alcuni limiti allo studio, tra cui la
 possibile influenza psicologica, la mancanza di circa il 15% dei pazienti al follow-up dopo 6 mesi e il
 fatto che l’efficacia del trattamento dipenda dal terapista, i risultati mostrano comunque una certa
 superiorità di efficacia dello shiatsu nel combattere la lombalgia
. Studi futuri verificheranno se tali
 conclusioni possano essere generalizzati per un campione più ampio.

 


ESEGUO SEDUTE DI GINNASTICA POSTURALE; MASSAGGIO SPORTIVO; MASSAGGIO RILASSANTE,
A DOMICILIO A TERRACINA-SAN FELICE CIRCEO-
SABAUDIA-PONTINIA E ZONE LIMITROFE.
A SEZZE, PRESSO
L'ASSICIAZIONE CULTURALE KETER.



Per informazioni
: spaceworld@teletu.it

                                Tel. 392-9341033  ( Albiero Luciano )

                               anche